Barbano su Spadafora: “Passo indietro perché Conte si è irritato. Soffre di protagonismo”

Il vicedirettore de Il Corriere dello Sport, Alessandro Barbano, ha rilasciato interessanti dichiarazioni sul Ministro allo Sport Vincenzo Spadafora

Barbano su Spadafora: “Ha parlato troppo”

Alessandro Barbano, vicedirettore de Il Corriere dello Sport, ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni ai microfoni di Radio Punto Nuovo in diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, trasmissione con Umberto Chiariello:

Quello di Spadafora sembra un autentico passo indietro. Ciò è motivato dall’irritamento del Premier Giuseppe Conte. L’idea che il calcio sia una di quelle cose che dovendo rinascere bisogna ridimensionare, è quella espressa. L’atteggiamento del Ministro è stato sempre poco istituzionale, smentendo il Ministro pochi minuti dopo. Ha parlato davvero troppo e lo ha fatto con una smania di protagonismo. Ha fatto credere che il tutto passi dalle sue mani, ma in realtà non è affatto così. La battaglia si sposta verso le regole del protocollo. Questa guerra politica non è produttiva per il Paese, questo Governo non ha possibilità di fare rimpasti

Le parole del Ministro

Il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha rilasciato alcune dichiarazioni stamane. Eccone uno stralcio:

Sarebbe surreale per un ministro dello Sport demonizzare il calcio. Mi auguro di ripartire, ma lo deciderà il governo. Dal 18 maggio riprenderanno gli allenamenti di squadra. Sul campionato ci baseremo su elementi scientifici, oggi non disponibili. A metà maggio si potrà fare una previsione realistica. Non esiste una mia contrarietà, ma la volontà di valutare la ripartenza solo se si salvaguarda la salute delle persone all’interno del gruppo squadra

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy