Serie A, si spera di riaprire gli stadi ad ottobre: verso le prime due giornate a porte chiuse

L’edizione odierna de Il Corriere dello Sport riferisce in merito alla ripresa della Serie A per la nuova stagione calcistica. Questa la situazione, soprattutto sulla riapertura degli stadi ed il protocollo per i tifosi.

Serie A, la situazione

Serie A

“Il presidente della Figc e il numero uno della Lega Serie A hanno appreso con una certa preoccupazione della chiusura immediata delle discoteche. Con una spada di Damocle che aleggia sopra le teste: senza botteghino i club perdono in media il 14% del fatturato totale. Oltre alla passione della gente, l’essenza dello spettacolo. Il 10 luglio la Lega calcio aveva elaborato un protocollo per proporre una parziale riapertura degli impianti al fine di ottenere l’ingresso fino a 1/3 della capienza.

Il documento non è stato nemmeno preso in considerazione dagli scienziati. In Figc continuano a sperare di togliere i lucchetti per la terza giornata della Serie A 2020-21, cioè nel weekend del 3 e 4 ottobre. Questo gioverebbe anche alla Nazionale, impegnata nell’amichevole di mercoledì 7 contro la Moldavia a Parma e nella terza partita di Nations League contro l’Olanda, il 14 a San Siro. Italia-Bosnia del 4 settembre a Firenze sarà a porte chiuse, con gli avversari che potranno atterrare in Italia effettuando un tampone 48 ore prima della partenza come previsto dal dpcm del 7 agosto”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy