Le 10 cose che non sai sul Brescia…

Ecco la rubrica de “Le 10 cose che non sai su…”, oggi tocca al Brescia in quanto domani sera sfiderà il Napoli allo stadio Mario Rigamonti.

 

Brescia leonessa, ma quanti gol nel finale…

 

1. Brescia Leonessa d’Italia. E’ nota da sempre come Leonessa d’Italia. Questo modo di chiamarla è riferito a Giosuè Carducci, che volle per sempre definire il coraggio leonino con cui la città si battè durante l’insurrezione delle Dieci Giornate.

 

Il Brescia ha uno stemma molto speciale

 

2. Nel 2010 fu introdotto l’attuale inno del club, cantato da Silvia Fusè: Cuore bianco azzurro. Non si tratta dell’unico però, infatti negli anni precedenti furono utilizzati Brescia di ferro, cantata da Jonathan Silva, e Nel Biancoblù di Omar Pedrini.

3. Non si tratta certamente di un anno semplice per la squadra lombarda. Sono stati cambiati tanti allenatori: 2019-2020:

Eugenio Corini (1ª-11ª)
Fabio Grosso (12ª-14ª)
Eugenio Corini (15ª-22ª)
Diego Luis López (23ª-)

 

Fabio Grosso al Brescia. la sua avventura è durata poco (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

 

4. Mica solo il Napoli ha ritirato la numero 10. Anche il Brescia infatti ha fatto lo stesso, ma per Roberto Baggio. Non solo il 10: anche il 13. Appartenuto a Vittorio Mero, deceduto in seguito a un incidente automobilistico.

5. Balotelli gol. L’attaccante del Brescia si è sbloccato al 67′ al San Paolo con un colpo di testa su corner di Tonali.

 

Mario Balotelli al San Paolo con la figlia Pia (Getty Images)

 

E siamo solo a metà…

 

6. Mario Balotelli è tornato a segnare in Italia proprio contro il Napoli. La sua ultima rete nel nostro campionato era datata 22 settembre 2015 quando, con la maglia del Milan, aveva aperto le marcature nel successo per 3-2 sul campo dell’Udinese della squadra rossonera all’epoca allenata da Sinisa Mihajlovic.

7. Il Brescia subisce tante reti nei secondi tempi: ben 23 le reti dal 75esimo al 90esimo. Una squadra che dunque tende a concedere nei finali di gara.

 

Baggio
Roberto Baggio con la maglia numero 10 del Brescia (Getty Images)

 

8. Perfettamente in equilibrio il computo dei gol segnati: primo tempo e secondo tempo non fa la differenza.

9. All’andata da segnalare Sandro Tonali: il regista bresciano piace non poco agli azzurri. Proprio al San Paolo aveva segnato il suo primo gol in Serie A, poi annullato dal VAR.

 

Tonali
Sandro Tonali al centro del mercato: interessa anche al Napoli (Getty Images)

 

10. Diego Lopez, attuale allenatore del Brescia, ha un rapporto speciale e controverso con il presidente della società: si conoscono dai tempi del Cagliari e, nonostante un passato turbolento, si sono ritrovati. quest’oggi tra le fila lombarde. Continuità.

 

di Claudia Vivenzio e Alessandro Silvano Davidde

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy