Il Mattino – La Serie A incontra la FIGC: da decidere quando e come ripartire. Il programma

L’emergenza Coronavirus continua a dilagare in Italia e nel mondo. Una situazione complessa che ha costretto i governi a drastiche soluzioni. Tra queste anche quella di fermare i campionati. Una vera e propria situazione in cui il calcio si è ritrovato a dover fare i conti. L’obiettivo è quello di riprendere il più presto e tutte le parti in gioco si sono messe a lavoro. Per questo motivo, nella giornata di oggi, ci sarà una nuova videoconferenza che verrà impegnata la Lega Serie A e la FIGC. Saranno numerosi gli argomenti al vaglio: dalla possibile data per ripartire, al taglio degli stipendi fino al definire in che modo riprendere ad allenarsi.

Quando e come ripartire?

Lega Serie A, quando ripartire

Secondo l’edizione odierna de Il Mattino ci sono idee diverse circa la possibilità di riprendere a giocare in campo. Il presidente della FIGC, Gabriele Gravina, sta valutando la possibilità di riaprire le porte dei centri sportivi dopo Pasqua o almeno non oltre i primi di maggio. Una soluzione che permetterebbe alle società di Serie A di far tornare i calciatori dai rispettivi paesi e metterli in quarantena. Tale scelta potrebbe far slittare l’avvio del campionato negli ultimi giorni del mese (20 maggio). Da definire, però, resta anche in modo le squadre tornerebbero ad allenarsi. Il diktat sarà quello di poter tornare nei rispettivi centri sportivi ma nel rispetto di alcuni comportamenti chiave in modo da non permettere il ritorno del contagio. Nella bozza sembrerebbe essere previsto un arrivo a scaglioni della squadra, effettuare a tutti i tamponi prima della seduta. Se i test sono negativi, anche per lo staff, si ricomincia ma andando tutti in ritiro ed evitando contatti con l’esterno.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy