Coronavirus – Serie A in ansia: rimandare la stagione sarebbe un danno

I calciatori tornano dalle vacanze e si preparano ai ritiri con le rispettive squadre. Prima di partire,però, tutti vengono sottoposti ai controlli medici. In questa estate particolare anche ai tamponi per il Coronavirus. Una situazione che ha aperto un nuovo scenario in Serie A con diversi giocatori positivi al tampone. Ieri sono cresciuti in modo esponenziale i casi tra Roma, Torino, Cagliari, Brescia, Sassuolo e Napoli con il caso Petagna.

CLICCA QUI PER IL MESSAGGIO DEL NAPOLI ALLO SPEZIA

Serie A, tutti i timori

serie a coronavirus
(Photo by Getty Images)

L’edizione odierna del Corriere dello Sport ha rivelato come il numero uno della FIGC, Gabriele Gravina sia intenzionato a confortare tutti. Manca un mese all’inizio della nuova stagione e tutto può tornare sotto controllo. Non cambia nulla, quindi, ed il campionato riparte nel fine settimana 19-20 settembre. Una decisione diversa, infatti, complicherebbe ulteriormente la stagione e potrebbe avere degli effetti negativi anche sugli Europei 2021. Intanto la Figc continua ad essere in contatto con il governo, con il Cts per il protocollo della prossima stagione. A fine mese le parti in gioco ( Federcalcio, Leghe, Ministero dello Sport ed esperti) si ritroveranno per un confronto necessario. Solo in quel momento, analizzata la situazione sanitaria del Paese, si procederà o meno con la conferma della data di inizio della prossima stagione.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy