Battuta di Sarri in conferenza stampa: “Rigori con le maglie a strisce? Dobbiamo rifarle…”

Inevitabile tornare su quanto dichiarato anni fa dall’attuale tecnico della Juventus .

Maurizio Sarri, tecnico della Juventus, ha commentato la sconfitta contro il Napoli: “E’ mancata energia mentale e nervosa, è stata una partita blanda quindi la fase offensiva è stata sotto ritmo. La fase difensiva era una in cui eravamo sempre a metà strada, perché a livello mentale eravamo in ritardo. Una partita bloccata sullo 0-0 senza tiri in porta per un’ora. Abbiamo perso giustamente perché abbiamo fatto una brutta partita, ma il Napoli non ha fatto molto per vincerla. Ci abbiamo messo del nostro. Nel finale sugli esterni non abbiamo sfruttato niente e ci abbiamo provato con Douglas Costa, ma era difficile cambiare la partita. Queste partite c’è poco da commentarle. Chi era in campo si è reso conto della situazione. C’è da trovare grandi motivazioni e non è semplice per chi viene da 7-8 anni di vittorie. Se perdi per carenza emotiva e nervosa, sei costretto per forza a reagire”.

Sarri sul San Paolo e il suo Napoli

“L’affetto era tanto, quindi i fischi tanti. Sento il giusto giramento di co***oni della sconfitta… Rigori con le maglie a strisce? Quest’anno non le abbiamo e infatti ne abbiamo avuti diversi contro. Questa Juventus per caratteristiche non può giocare come quel Napoli. Ha altre qualità con calciatori forti, ma dal punto di vista fisico non è brillantissima al punto da puntare sulla velocità. Se li facessi giocare in quel modo, verrebbe fuori roba difficilissima per me e per loro”.

La tenuta mentale dei bianconeri

“Qualche responsabilità devo prendermela. Ci sono compiti più semplici e più difficili, a livello inconoscio vincere tanto in Italia può aver ammorbidito il gruppo. Stiamo cercando di lavorarci ogni volta che parliamo con la squadra per tirare fuori le motivazioni ma il compito è complesso. E’ difficile entrare nella testa di una persona”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy