Ronaldinho esce dal carcere: maxi cauzione e arresti domiciliari in albergo | VIDEO

Ronaldinho esce dal carcere di Asuncion (Paraguay) insieme al fratello agente Roberto de Assis. La stella brasiliana era stato arrestato un mese fa con l’accusa di essere entrato nel Paese con un passaporto falso. Tre volte gli avvocati dell’ex calciatore avevano fatto richiesta di arresti domiciliari. Il tribunale paraguaiano aveva sempre negato questo permesso, considerandone elevato il rischio di fuga.

Qualcosa adesso è cambiato: il tribunale ha accontentato il Gaucho, fissando la cauzione a 1,6 milioni di dollari. La cifra è stata pagata. Adesso Dinho sconterà i domiciliari in un hotel di Asuncion fino alla conclusione del processo. I tempi, però, si allungano: la giustizia del Paese è ferma per l’emergenza coronavirus.

Ronaldinho festeggia i 40 anni in carcere

Un paio di settimane fa Ronaldinho ha festeggiato i 40 anni in carcere. Un barbecue – riferiva ESPN – organizzato dai detenuti della sua ala, che avrebbero cucinato cibo in arrivo dall’esterno. Il fantasista non ha mai perso il sorriso e ha anche partecipato al tradizionale torneo di calcetto tra detenuti e agenti di polizia con le immagini che hanno già fatto il giro del mondo.

Un altro video aveva fatto il giro del mondo. Un video per rassicurare tutti sulle proprie condizioni, in compagnia del compagno di cella: Stiamo bene. Sono qui con il mio compagno, che è un attaccante. Pablo gioca molto bene e presto scenderemo in campo insieme”.

RIO DE JANEIRO, BRAZIL – JANUARY 24: Former Brazilian National Football team player Ronaldinho smiles as he arrives for the Copa America 2019 Official Draw at Cidade das Artes on January 24, 2019 in Rio de Janeiro, Brazil. (Photo by Bruna Prado / Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy