Castel di Sangro, il sindaco sul ritiro del Napoli: “Do per scontato che dal 23 agosto saranno tutti qui”

Il Napoli si è dovuto arrendere al Barcellona ed ha salutato anche la Champions League. Adesso ai calciatori verrà concesso qualche giorno di pausa e poi il Napoli si ritroverà in ritiro. Questa estate, però, non ci sarà alcuna possibilità di recarsi a Dimaro. Per questo motivo la società ha stretto un nuovo accordo con la Regione Abruzzo. In particolare con il comune di Castel di Sangro. Il sindaco Angelo Caruso ha parlato all’indomani della sfida di Champions ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli.

Ritiro Napoli, le parole del sindaco di Castel di Sangro

ritiro napoli
Castel di Sangro, il sindaco Angelo Caruso (Getty Images)

“Ho visto la gara del Camp Nou, sono dispiaciuto per come è andata a finire anche perchè la squadra ha mostrato carattere. Peccato, davvero. Adesso aspettiamo il club, lo staff ed i calciatori a Castel di Sangro per la preparazione della prossima stagione. Non posso ufficializzare io perchè sarebbe scorretto, ma do per scontato che dal 23 agosto saranno tutti qui. Quanto durerà il ritiro? E’ questo il vero rebus. Immagino che siamo certi di una permanenza di 15 giorni, tutto dipenderà dalla data di riapertura del campionato. Il presidente De Laurentiis fece comunque intendere di voler collegare la chiusura del ritiro alla ripartenza del campionato. Se il campionato dovesse iniziare il 19 settembre, è ipotizzabile che si vada anche oltre le due settimane. E’ un’ipotesi concreta.

Castel di Sangro non vede l’ora di ospitare l’SSC Napoli. C’è tanta curiosità, l’aspettativa è notevole. Già ci sono tanti turisti campani che ci rivolgono domane, la gente è curiosa e desiderosa di vedere uno scenario mai verificatosi nel nostro territorio ed in generale al Centro-Sud.

Osimhen? Non vediamo l’ora di vederlo all’opera. Spero che si aprano le porte degli stadi per le persone, per la gente che dedica una parte importante della propria vita alla squadra del cuore. Le amichevoli che giocherà il Napoli? Si inizierà con la squadra locale, la Castel di Sangro Calcio. Poi ci sarà una squadra regionale, il Teramo o il Pescara, poi andremo strategicamente su un piano internazionale. Se il ritiro dovesse prolungarsi oltre i 15 giorni, le amichevoli saranno sicuramente 4. In caso contrario, saranno due o tre”.

CLICCA QUI PER VIDEO E FOTO ESCLUSIVE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy