Il piano di Gattuso: vincere a Barcellona e trattare il rinnovo con le migliori carte

Gennaro Gattuso vuole vincere a Barcellona: l’obiettivo, però, non è semplicemente passare il turno. L’allenatore vuole battere la squadra blaugrana al Camp Nou anche per “motivi di contratto”. In questo modo potrà presentarsi dal presidente De Laurentiis con un’arma in più, dopo la vittoria della Coppa Italia e la ricostruzione di una squadra spaccata. A riferirlo è l’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno.

Il piano di Gattuso: vincere a Barcellona e trattare il rinnovo con le migliori carte

Addio Callejon
Callejon e Gattuso in Napoli-Lazio (Getty Images)

“Altro che pazienza, l’esordio da allenatore al Camp Nou deve essere un concentrato di esplosività per provare a scrivere un’altra pagina di storia e fortificare la sua autostima. Per portare il Napoli ai quarti di finale di Champions League, dopo avergli regalato il primo titolo (la Coppa Italia) di una stagione balorda. E allora, nella sua testa c’è già la breve marcia di avvicinamento a un appuntamento che non stravolgerà il suo percorso sulla panchina del Napoli (che vada o meno avanti nella competizione, Gattuso resta l’allenatore che ha fatto sterzare l’andamento lento della squadra e l’ha rilanciata, soprattutto dopo il lockdown), ma gli darà consapevolezza. Anche per presentarsi al tavolo della trattativa per il contratto con De Laurentiis con le carte migliori: l’uomo che ha ricostruito il palazzo tra mille difficoltà”.

Trattativa rinviata dopo la Champions

La Repubblica oggi in edicola aggiunge che ogni discorso per il rinnovo è stato rinviato alla fine del mese di agosto, una volta conclusa questa lunga e particolare stagione. Ecco quanto scritto: “Il conto alla rovescia per la notte dei sogni è cominciato e la squadra crede nell’impresa, che dopo il trionfo in Coppa Italia cambierebbe completamente e in meglio il bilancio della stagione. Per questo De Laurentiis e Gattuso hanno rimandato il loro incontro per parlare del rinnovo del contratto alla fine del mese. Prima c’è la Champions e non è questo il momento giusto per tirare le somme”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy