Renica: “Maradona non può essere giudicato da chi non lo conosceva. Vi racconto una cosa”

L’ex difensore del Napoli, Alessandro Renica, ha rilasciato alcune dichiarazioni quest’oggi a Il Mattino sui ricordi di Maradona e altri temi attuali

L’ex difensore del Napoli, Alessandro Renica, ha rilasciato alcune dichiarazioni quest’oggi a Il Mattino sui ricordi di Maradona e altri temi attuali.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

Le parole di Renica

Renica Napoli, il racconto

“Diego era nel mio cuore e nella mia mente, è stata una delle sofferenze più grandi della mia vita. Adesso è giusto parlare, visto che lo stanno facendo in tanti che non hanno diritto. Diego non devo difenderlo io, ma mi dà fastidio che tante persone che non lo hanno conosciuto lo stanno giudicando. Sento tante cose senza senso. Un aneddoto? Non avrei mai voluto dirlo perché riguarda la mia vita privata, ma lo faccio in modo che la gente capisca chi era Diego. Nel 1996 le mie due gemelle sono nate premature: una non ce la fece, l’altra è stata in pericolo di vita. Stavo malissimo, mi imbottivo di tranquillanti e un giorno mi telefona Diego. Non dimenticherò mai la sua frase <<Da oggi tiferò per tua figlia, vedrai che ce la farà e andrà tutto bene>>. Alla fine Federica è accanto a me, è andata come diceva lui”.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy