Politano: “Nessun catenaccio, solo organizzazione. Felice di essere qui a Napoli”

Matteo Politano ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli durante la trasmissione Radio Goal. Di seguito le dichiarazioni dell’esterno del Napoli.

Politano: “Gattuso grande trascinatore. I tifosi ci mancano”

Politano, Napoli-Inter
Matteo Politano (Photo by Getty Images)

Mi sono ambientato tantissimo, nonostante ci sia stato il lockdown. Adesso però sto uscendo di più. Sto conoscendo meglio la città, la gente, i posti. Sono davvero felice di questo trasferimento.

Sul gesto contro la Juventus

So bene che sono cose che non vanno fatte. Sono stato preso dall’adrenalina della partita e ho reagito così. Poi però sono andato dai giocatori della Juventus e ho chiesto scusa perché non è stato proprio un bel gesto.

Su Gattuso e il gioco

Il mister è un grande trascinatore. Cerca sempre di tirar fuori il meglio da ognuno di noi. Qualcuno dice che facciamo il catenaccio semplicemente perché siamo organizzati nella fase difensiva, ma in realtà facciamo anche la fase offensiva. Le due fasi? Nella fase di non possesso proviamo a stare corti e a concedere il meno possibile. Quando invece abbiamo la palla sappiamo bene che cosa fare. Il tecnico lavora tantissimo su ambo le fasi. Noi siamo una squadra compatta come la Juventus e l’Inter. Quando ci si sfida con le squadre forti devi difenderti molto stretto, tutto qui.

Sui cinque cambi

Anche dopo questa stagione? Direi proprio di sì. La chance di fare cinque cambi è ottima. Specialmente verso il 60° quando si va in affanno, soprattutto in questo periodo. Secondo me potrebbe portare vantaggi per tutti.

Sul quarto posto

Se l’Atalanta ci ha buttati giù? Loro vanno forti, ma noi pensiamo soltanto a noi stessi. Vogliamo fare più punti possibile. Poi se la classifica, a fine campionato, dirà che abbiamo raggiunto la zona Champions League, allora avremo raggiunto un grandissimo traguardo.

Su Napoli-SPAL

Sarà una gara sicuramente difficile, specialmente a causa del caldo. Giocheremo alle 19.30 e il caldo sarà una difficoltà in più, un ostacolo non indifferente. Nonostante ciò dobbiamo restare concentrati e carichi. Proveremo a fare la partita.

Su Barcellona-Napoli

Giocheremo ogni tre giorni in campionato quindi sprecheremo tantissima energia. Bisogna vedere come ci arriveremo fino al match col Barcellona. Sicuramente ci pensiamo ma la testa è prima alla Serie A.

Sui tifosi

Mancano allo stadio? Sì. Onestamente noi tutti non vediamo l’ora di riabbracciare il nostro pubblico. Le partite a porte chiuse ti fanno godere di meno le partite, giocare con i tifosi è tutta un’altra cosa. Messaggio per i tifosi? Ringrazio tutti per i tantissimi messaggi che ricevo. Sono davvero felicissimo di essere arrivato qui e vorrei augurare a tutti loro il mio primo gol appena sarà possibile.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy