Pillon: “Amo il mio lavoro, ma ho lasciato Cosenza per tornare dalla mia famiglia”

In diretta a ‘Punto Nuovo Sport Show’, è intervenuto Giuseppe Pillon, ex allenatore Cosenza. Di seguito le motivazioni della sua scelta: lasciare Cosenza per poter tornare dai suoi cari. La volontà, infatti, era quella di stare vicino alle persone a cui tiene di più in questo momento di difficoltà.

LE PAROLE DI PILLON

Pillon
 
Stiamo vivendo un momento di grande difficoltà, io abito a Treviso e distante dalla mia famiglia non ero tranquillo, non stavo bene e ho lasciato tutto. In questo momento la priorità è la famiglia e la salute, la situazione era ingestibile. La società ha compreso il problema, ho parlato chiaramente con il direttore e col presidente abbiamo trovato un accordo lasciandoci. Mi dispiace, amo il mio lavoro ma davanti ad una cosa del genere non ci ho pensato un attimo a scegliere, dovevo tornare dalla mia famiglia. Fin quando sono rimasto in Calabria, non era percepito il pericolo, tranne l’ultima settimana che il terrore è arrivato anche giù, soprattutto in ambito sanitario. Non so se si trovassero a fronteggiare il numero di casi del Nord come andrebbe a finire. Devono rispettare le regole per evitare il contagio. La mia scelta è stata fatta non per dare esempio, ma credo che ognuno debba fare ciò che ritiene più opportuno”.
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy