Osimhen è in Nigeria, si attende l’annuncio col Napoli: già firmati i contratti

Victor Osimhen, obiettivo di mercato del Napoli, ha lasciato la Francia per tornare in Nigeria. Il calciatore ha fatto un salto per salutare la famiglia e concedersi qualche giorno di riposo. Successivamente, si auspica, potrebbe arrivare in Italia per iniziare l’esperienza con i partenopei. Si attende solo l’annuncio e la definizione di qualche ultimo dettaglio. In particolare, la definizione delle date delle rate di pagamento dei 60 milioni da versare nelle casse del Lille.

Osimhen in Nigeria, si aspetta l’annuncio col Napoli

Osimhen Napoli

Di seguito quanto scrive in merito l’edizione odierna de Il Mattino.

“Ci sarebbero già le firme sui contratti (in italiano e francese) che legheranno Osimhen al Napoli per i prossimi 5 anni: 4 milioni a stagione, 20 netti complessivi che al Napoli, però, al lordo diventano 28: gli effetti del Decreto Crescita consentono step contrattuali in passato non ipotizzabili in passato. Il tweet di Aurelio De Laurentiis può arrivare nelle prossime ore: si aspetta solo l’annuncio con Osimhen che nelle ultime ore aveva manifestato anche un certo fastidio per il protrarsi delle trattative. Nella giornata di sabato si sono sistemati anche gli ultimi dettagli, fino ad arrivare alla fumata bianca. Determinante il cambio di agenzia per la chiusura dell’affare: la Star Factory aveva chiesto tra i 4 ed i 5 milioni di commissione per il closing, cifre ben diverse quelle che serviranno per il nuovo agente di Osimhen, William D’Avila”.

Il documentario sull’attaccante

Victor Osimhen nasce il 29 dicembre 1998 a Lagos, una città della Nigeria di 16.348.100 abitanti, la più grande dell’Africa e la quarta città al mondo per popolazione. Un giovane che ha dovuto faticare per diventare un calciatore professionista, inseguendo un sogno in cui non ha mai smesso di credere. Il profilo Instagram Naija Footballers, specializzato in analisi e storie di calcio e calciatori nigeriani, ha svelato il teaser trailer di un documentario sulle origini dell’attaccante.

Questo secondo trailer si apre con un’intervista ad una vicina che conosceva il piccolo Victor, che spesso veniva inviato a comprare dei fagioli. A volte tardava nel portare questa spesa, dopo aver preso i soldi, e affermava sempre di essere stato occupato con gli allenamenti. La vicina si definisce come una madre per lui: “Victor per me è come un figlio”. Un grande legame che lo lega a chi lo ha aiutato quando era poco più di un bambino.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy