Nettuno, precipita un ultraleggero: due nuotatori vittime dell’incidente | VIDEO

Un ultraleggero è caduto a Nettuno, vicino Roma, nei pressi di via Avezzano. Le due vittime dell’incidente che ha coinvolto un ultraleggero erano due nuotatori. Fabio Lombini, a Roma per un collegiale di allenamento, nuotava per la società In Sport Rane Rosse e il gruppo Sportivo Forlì Nuoto: arrivò anche in finale nei 200 stile libero ai Campionati europei in vasca corta di Copenaghen. Gioele Rossetti era tesserato con l’Aurelia Nuoto. Ecco quanto riferito dall’Ansa.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!

Ultraleggero precipita a Nettuno: due vittime

L’edizione online de La Gazzetta dello Sport riporta ulteriori dettagli: “A pilotare era il 23enne romano Giole Rossetti, in possesso di brevetto di volo. Tra l’altro l’ultraleggero P92S, marche di identificazione I-8534, era di proprietà del padre di Rossetti. Per Lombini si trattava del primo volo in assoluto. A quanto riferito dai vigili del fuoco (accorsi con 5 mezzi sul posto per domare le fiamme) l’aereo sarebbe caduto dopo il decollo e avrebbe preso fuoco per cause da accertare.

I resti carbonizzati delle due vittime sono stati recuperati, mentre l’Agenzia nazionale per la sicurezza del volo (Ansv) ha aperto un’inchiesta sull’incidente inviando un proprio investigatore sul luogo dell’evento. L’Ansv è indipendente rispetto al sistema di aviazione civile e non cerca responsabilità, ma soltanto le cause che hanno provocato l’evento, in un’ottica di prevenzione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy