Folla ai Navigli per l’aperitivo. L’avvertimento di Galli: “La città è una bomba”

A quattro giorni dal termine del lockdown si scatena la folla sui Navigli nell’ora dell’aperitivo. Come mostrano le immagini, diramate dalla Gazzetta dello Sport, sono numerosi i milanesi che si sono incontrati per bere e chiacchierare insieme. Un comportamento che non tiene conto delle direttive del governo che invitava tutti ad evitare gli assembramenti. In aggiunta tra chi beve, chiacchiera e passeggia sono migliaia le persone che non indossato le mascherine e non rispettano la distanza di sicurezza. Una situazione che mette in forte rischio la salute dei cittadini incurante dei possibili risvolti.

Follia ai Navigli

Navigli, le immagini dell'aperitivo

 

Di questa situazione ha parlato anche l’infettivologo Massimo Galli, primario all’ospedale Sacco. Questi ha deciso di lanciare, tramite La Repubblica, un nuovo avvertimento a Milano ed alla Lombardia, da mesi ormai la regione più colpita dal Coronavirus.

“Le nuove diagnosi, soprattutto in città, riguardano cittadini riusciti finalmente a ottenere un tampone. Sono persone infettate da tempo. Questo significa che quella di Milano è una bomba, appunto perché in tanti sono stati chiusi in casa con la malattia. Abbiamo un numero altissimo di infettati, che ora tornano in circolazione. E’ evidente che sono necessari maggiori controlli”.

SERIE A, CLICCA QUI PER I DETTAGLI SULLA RIPRESA

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy