Mertens ancora protagonista, ma la titolarità dov’è? L’analisi

Dries Mertens è un po’ ai margini dei titolarissimi di Gattuso. Non si sa perché precisamente, ma si può immagine che sia colpa un po’ del modulo di gioco. Infatti il 4-3-3 impone una sola punta.

Mertens ancora decisivo

 

Difficilmente Gattuso farà a meno di Arek Milik. Inoltre sulla sinistra c’è il capitano (rivitalizzato) e sulla destra uno tra Callejon e il neo acquisto Politano. Mertens ad ora si vede la strada completamente chiusa, eppure quando entra in campo la partita la svolta sempre. Con le accelerazioni, con le furbizie e la tanta qualità. E’ avvenuta la medesima cosa ieri contro il Lecce. Tempo 3 minuti e pareggio azzurro.

La coppia Milik-Mertens ha sempre funzionato, ma non gli si ha mai dato troppa fiducia. Inoltre c’è da dire che ora per trovarli insieme in campo il Napoli dovrebbe giocare un calcio molto più offensivo, un 4-2-3-1. Più alla Ancelotti che alla Gattuso. Però forse un due mediani capaci di interdire, non come con Carletto.

Gattusa rifletta attentamente sul ruolo di Dries Mertens, perché è vero che anche lui (come Callejon) è in scadenza. Ma l’umore del giocatore è positivo e si sta impegnando al massimo per questi ultimi mesi. Inoltre la porta dell’accordo sul rinnovo non è ancora chiusa (a differenza di Callejon).

Napoli e Mertens si diano l’opportunità di fare bene insieme. Ancora una volta.

 

>> CLICCA QUI PER LA PRESTAZIONE DI KOULIBALY

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy