Il Napoli quasi non conosce i clean sheet. Troise: “Non c’è applicazione mentale”

Il Napoli riesce a vincere contro l’Udinese grazie alla rete, arrivata all’ultimo respiro di Matteo Politano ma neanche in questa partita gli azzurri non sono riusciti a terminare il match con un clean sheet. Un evento che si ripropone spesso, a tal proposito è intervenuto il giornalista Ciro Troise durante la trasmissione di Marte Sport Live in onda su Radio Marte.

Il Napoli e i clean sheet: troppi gol subiti

Napoli Udinese (Getty)

Di seguito le dichiarazioni del giornalista Ciro Troise:

I tanti gol subiti dal Napoli credo siano frutto di una carenza sotto il profilo dell’applicazione mentale ed infatti, alcuni gol subiti sono simili. Gattuso chiede grande sacrificio agli esterni offensivi e non è sempre così semplice. Inoltre Fabian e Zielinski sono più bravi ad attaccare che difendere, ma se Gattuso vuole tenere questo tipo di centrocampisti, può limitare i rischi con la partecipazione di tutta la squadra in fase difensiva

Il dato

Meret e Ospina (Getty Images)

In questa stagione 2019/2020 pochissime volte il Napoli ha lasciato la propria porta inviolata. Per quanto riguarda David Ospina, in 14 presenze, soltanto 4 volte è rimasto imbattuto. Per Alex Meret invece, 20 presenze e 3 porte inviolate. Il tutto per un totale di 7 clean sheet in 34 partite di Serie A.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy