Dall’Argentina – Maradona cadde in casa qualche giorno prima di morire, nessuno lo portò in ospedale

Emergono nuovi particolari, intorno la morte di Diego Armando Maradona, secondo quanto detto dai media argentini e riportato dalla Gazzetta dello Sport

Emergono nuovi particolari, intorno la morte di Diego Armando Maradona, secondo quanto detto dai media argentini e riportato dalla Gazzetta dello Sport.

CLICCA QUI PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SUL NAPOLI

Maradona, il dottor Luque indagato per omicidio colposo

Diego, qualche giorno prima di morire, secondo le ricostruzioni degli inquirenti, sarebbe caduto in casa e avrebbe battuto la testa. Ma nessuno lo portò in ospedale per fargli una TAC, nonostante l’operazione al cervello ricevuta poche settimane prima. Come rivelato da Rodolfo Baqué, legale dell’infermiera Gisela Madrid. Maradona non era in grado di decidere. Ma le voci non finiscono qui. Secondo l’inchiesta della procura di San Isidro, infatti, il neurochirurgo che l’aveva operato Luque, è adesso indagato per negligenza ed omicidio colposo. La sua casa è stata già perquisita, e altre investigazioni sono attese nei prossimi giorni. Il dottor Luque, nel frattempo, si difende e in lacrime dice la sua.

medico maradona
(Photo by Marcos Brindicci/Getty Images)

Le parole del dottor Luque

“Ho fatto tutto e di più di quello che si poteva fare, Diego per me era più di un amico, come un padre. Invece è stato lui a decidere di lasciarsi andare. Quando andavo lui spesso mi cacciava in malo modo, diceva di stare bene. Andavo a trovarlo, ma lui come un padre ribelle mi cacciava. Poi il giorno dopo mi chiamava, dicendo di stare bene e che dovevo andarmene a fan****. Ero come un figlio che si prende cura del padre, andavo spesso da lui a trovarlo. E’ successo tante volte, compreso quando non voleva uscire dalla camera. Un’altra volta mi disse che se non me ne andavo mi avrebbe colpito con un pugno. Dissi che per farlo doveva alzarsi e darmelo, lui lo fece e io ero contento che si era alzato. Andai da lui anche per rimuovergli i punti in testa dopo l’operazione. Sull’ambulanza non arrivata non so cosa dire, non so chi doveva intervenire. Di certo non io che sono un neurochirurgo. La testa operata era ok, alcol non ne pendeva”.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy