UFFICIALE – McKennie firma con la Juventus: prestito e riscatto, le cifre

La Juventus annuncia il nuovo acquisto McKennie. Di seguito il comunicato del club bianconero, che si assicura il giocatore in prestito con obbligo di riscatto (o diritto, nel caso non riesca a raggiungere gli obiettivi prefissati). Il primo statunitense della storia della Juventus, centrocampista di 22 anni appena compiuti in arrivo dallo Shalke 04.

McKennie firma con la Juventus: il comunicato ufficiale

TURIN, ITALY – AUGUST 28: Player Weston McKennie signing for Juventus on August 28, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Daniele Badolato – Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

“Juventus Football Club S.p.A. comunica di aver raggiunto un accordo con la società FC Gelsenkirchen-Schalke 04 e.V. per l’acquisizione, a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2021, del diritto alle prestazioni sportive del calciatore Weston McKennie a fronte di un corrispettivo di €4,5 milioni.

Inoltre, l’accordo prevede:
-L’obbligo da parte di Juventus di acquisire a titolo definitivo le prestazioni sportive del giocatore al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi entro il termine della stagione 2020/2021;

-La facoltà da parte di Juventus di acquisire a titolo definitivo le prestazioni sportive del giocatore qualora detti obiettivi non fossero raggiunti.

Il corrispettivo pattuito per l’acquisizione definitiva, in entrambi i casi, è pari a €18,5 milioni pagabili in tre esercizi e potrà essere aumentato, nel corso della durata del contratto di prestazione sportiva con il calciatore, per una cifra non superiore a €7 milioni al raggiungimento di ulteriori obiettivi sportivi.

La sua carriera

Nato in Texas, a Little Elm, McKennie si afferma in Germania, dove ha trascorso una parte della sua infanzia. Weston ha 18 anni quando fa il suo debutto in Bundesliga con lo Schalke 04. E’ il maggio del 2017. Nella stagione successiva colleziona 25 presenze complessive tra campionato e coppa. Le sue prestazioni lo mettono in evidenza fino a meritarsi la convocazione nella nazionale USA.

Debutta in un’amichevole in Portogallo: impiegato come mezzala di sinistra, va subito in gol, grazie a un’incursione in area conclusa di destro dopo una finta di corpo. L’exploit è il primo dei 6 che ha realizzato fino ad oggi con la rappresentativa del suo Paese.

Nel corso delle successive stagioni si ritaglia un posto da titolare e incrementa le presenze nel club, arrivando a un totale di 91, con 5 reti messe a segno. Una di queste arriva anche nel contesto europeo, in occasione della Champions League 2018-19: succede a Mosca, nella gara vinta dai tedeschi per 1-0 con un gol a 5 minuti dal termine, una deviazione aerea che sfrutta un calcio d’angolo.

Le caratteristiche di gioco

La personalità è il tratto più rilevante di McKennie. A soli 20 anni ha indossato la fascia da capitano in nazionale. Ed è anche per questo, non solo per ragioni puramente tattiche, che si spiega la sua duttilità. In Germania, con il suo club, Weston ha infatti rivestito ruoli diversi. Preferibilmente lo si è visto impiegato come centrocampista centrale o davanti alla difesa, ma quando è stato necessario è slittato anche nelle posizioni di difesa. Alto 1 metro e 85 centimetri, lo statunitense si segnala per una grande determinazione che sa esprimere con costante dinamismo e per l’alta quantità di palloni recuperati.

I NUMERI – McKennie è uno dei 5 giocatori classe 1998 che in Bundesliga ha già accumulato 5000 minuti in campo. Nelle ultime due stagioni è stato il giocatore più giovane dello Schalke 04 ad aver servito il maggior numero di assist (4). Insieme a Daniel Caligiuri, nel suo club è stato il centrocampista più utilizzato con 28 presenze. Importante il dato dei palloni recuperati, 175 nella Bundesliga 2019-20: nessuno ha fatto meglio di lui tra i suoi compagni di reparto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy