Lione, Aulas: “C’è tutto il tempo per cambiare idea e giocare anche a settembre”

E’ di pochi giorni fa la decisione da parte della Ligue1 di sospendere il proprio campionato. Una decisione la cui conseguenza è quella dell’assegnazione dello Scudetto al PSG. C’è, però, chi chiede di poter tornare indietro e di poter tornare a giocare. Anche perchè una tale situazione potrebbe mettere le squadre francesi in una situazione di svantaggio quando riprenderà la Champions League. Lo si evince dalle parole di Jean-Michel Aulas, presidente del Lione, avversario della Juventus in Champions League. Di seguito le dichiarazioni rilasciate ai microfoni dell’Equipe.

CLICCA QUI PER IL PUNTO SULLA SITUAZIONE IN EUROPA

Lione, parla Aulas

Lione, parla Aulas

 

“Siamo sulla strada sbagliata ma forse non è troppo tardi per provare a immaginare, alla luce di quanto sta accadendo in tutta Europa, qualcosa che sia politicamente coerente. Avremmo tempo a disposizione, fino a fine agosto, anche inizio settembre per completare la stagione. Ad oggi la Uefa ha confermato la finale di Champions ad agosto. E se in tutti gli altri Paesi si giocasse a giugno e luglio, squadre come Psg e Lione risulterebbero in una posizione di svantaggio. Fra l’altro non ho ancora ricevuto i verbali circa lo stop del campionato che potrebbe costare centinaia di milioni di euro al calcio francese”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SUI NOSTRI SOCIAL

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy