L’editoriale di Corbo: “Napoli travolto da sé stesso dopo aver fantasticato una grande serata…”

Il Napoli esce sconfitto dalla sfida del San Paolo contro il Milan. Un passo indietro per gli uomini di Gattuso dopo le recenti buone prestazioni. Come di consueto, Antonio Corbo ha approfondito la questione nel suo editoriale per La Repubblica.

Corbo: “Il Napoli si ritrova in un malinconico sesto posto”

napoli difesa
(Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Antonio Corbo, nel suo editoriale per La Repubblica, ha analizzato il momento del Napoli dopo la sconfitta interna contro il Milan.

“Vista la prima frazione di gioco chissà se Gattuso si sia pentito di aver rivoluzionato la squadra montando una giostra di 4 punte di statura minuta, vista la mancanza del gigante Osimhen. Uno che collabora alla manovra, cerca la profondità. Poteva essere Petagna il suo sostituto. Ma il tecnico calabrese avrà pensato di abbattere i rossoneri con un commando di piccoli velocisti. Non c’è tempo per riflettere né per pentirsi, perché l’inarrestabile Ibra già raddoppia, servito come al solito dalla sinistra, ma stavolta da Rebic. Mario Rui si tuffa, Koulibaly rimane in ginocchio, è l’immagine del Napoli. Gli azzurri perdono anche Bakayoko, espulso per un fallo su Theo Hernandez che gli costa il secondo giallo. Il terzino, al pari dello svedese, altro gigante in campo. Il Napoli ne esce travolto da sé stesso, dopo aver fantasticato la grande serata si ritrova schiacciato in un malinconico sesto posto”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy