Lecce, Donati: “Patric dopo il morso ha subito chiesto scusa, è stato corretto”

Giulio Donati, terzino del Lecce, intervenuto ai canali ufficiali della sua squadra, ha parlato della vittoria incredibile di ieri contro la Lazio al Via del Mare. Il difensore si è soffermato anche sull’episodio finale del morso subito da Patric, centrale biancoceleste. Donati ha “scagionato” il difensore della Lazio, che ha subito chiesto scusa dopo l’accaduto e negli spogliatoi.

LE PAROLE DI GIULIO DONATI

Queste le parole di Giulio Donati: “Dobbiamo metterci sempre qualcosa in più perché è un campionato difficile e lo sapevamo. Siamo felici di essere in corsa per il nostro obiettivo. Nelle scorse partite c’è stata la prestazione, ma non il risultato. Siamo dei ragazzi che durante la settimana lavoriamo duro e ci mettiamo il cuore. Non molleremo.

Ieri le abbiamo viste di tutti i colori…Sono partite emozionanti. Siamo partiti bene, eravamo motivati già nello spogliatoio. Ci è dispiaciuto per il gol annullato; poi lo abbiamo subito su infortunio di Gabriel, ma alla fine si è riscattato e ci ha pure salvato. Andiamo avanti con la forza del gruppo.

Io e Patric abbiamo chiarito all’istante, negli spogliatoi si è subito scusato. Anche io vivo di emozioni, quando una partita è combattuta fino all’ultimo può succedere. Lo capisco, Patric doveva essere punito col rosso e su questo non ho dubbi. Ma non mi ha fatto danni fisici o morali, vengo davanti ai microfoni per chiedere di mettere una mano sulla coscienza e di capire quello che era il momento della partita. Una settimana fa Bonazzoli, il cui gesto poteva avere conseguenze più gravi, non si è nemmeno scusato e questo mi ha fatto tristezza. Patric è stato corretto, si è scusato e io lo accetto.

Nel bene e nel male il campionato è lo stesso: non siamo forti oggi, come non eravamo deboli prima. È un torneo dove siamo una neopromossa, dobbiamo essere umili e puntare sul collettivo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy