IDERD, il Napoli di Koulibaly contro il razzismo: “Siamo diversi, ma tutti fratelli”

Giornata Internazionale per l’Eliminazione della Discriminazione Razziale – SSC Napoli si schiera contro il razzismo e lo fa riprendendo un toccante passaggio dell’intervista di Kalidou Koulibaly a The Players’ Tribune.

“Sì, sono un calciatore.
Sono un calciatore nero.
Ma non sono solo questo.
Sono musulmano, sono senegalese, sono francese. Sono napoletano.
E sono un padre.
Ho girato tutto il mondo, ho imparato tante lingue e aperto tante porte. Ho avuto la fortuna di guadagnare tanti soldi. Ma ti ricorderò ancora della lezione più importante che ho imparato.
Ci sono tre cose che non si possono comprare da nessuna parte: l’amicizia, la famiglia e la serenità.
Lo abbiamo capito da bambini a Saint-Dié e voglio che anche mio figlio lo capisca.
Spero che un giorno lo capiranno anche quelli che mi fanno ‘buu’.
Sì, forse siamo diversi.
Ma siamo tutti fratelli.

(Kalidou Koulibaly – The Players’ Tribune)

Koulibaly – Napoli, l’addio non è più scontato

Nelle scorse settimane sembrava annunciato l’addio, ma l’edizione odierna del Corriere del Mezzogiorno apre una spiraglio concreto per la sua permanenza. Ecco quanto scritto dal quotidiano: “De Laurentiis e Kalidou ne hanno parlato, il difensore senegalese si è convinto della possibilità, per cui se non arriveranno offerte congrue (almeno di 70-80 milioni) può prendere corpo l’ipotesi della permanenza in maglia azzurra”.

Koulibaly
NAPLES, ITALY – NOVEMBER 09: Lorenzo Insigne of SSC Napoli gives the capitain armband to Kalidou Koulibaly of SSC Napoli during the Serie A match between SSC Napoli and Genoa CFC at Stadio San Paolo on November 09, 2019 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy