Milan, Ibrahimovic torna in Svezia: il motivo

Ibra ha deciso di tornare in patria, in Svezia. L’attaccante aveva trascorso a Stoccolma la fase più critica dell’emergenza Coronavirus. Ora resterà con la sua famiglia fino al prossimo controllo al polpaccio. Rispetto alla volta scorsa in cui è tornato in Italia, però, non dovrà sottoporsi al periodo di quarantena. Dal 3 giugno, stando a quanto stabilisce l’ultimo decreto governativo, il rientro nel Bel Paese non necessita della quarantena.

IBRA TORNA IN SVEZIA

Ibra Svezia

Zlatan, nel corso di una partitella nell’allenamento di lunedì, aveva rimediato una lesione al soleo. Visto lo stop, quindi, ha scelto di trascorrere qualche giorno con la sua famiglia. Già nella prossima settimana, infatti, tornerà a Milanello.

Un ulteriore esame strumentale di controllo verrà effettuato fra 10 giorni quando si potrà capire meglio l’entità della lesione. A quel punto saranno più chiari anche i tempi di recupero. Qualora la visita dovesse andare bene, allora Zlatan comincerà il percorso verso il recupero. Si tratta di uno stop di venticinque giorni, un mese al massimo se tutto andrà per il verso giusto.

L’INFORTUNIO

“AC Milan comunica che Zlatan Ibrahimović nell’allenamento di ieri ha riportato una lesione del muscolo soleo del polpaccio destro. Il tendine achilleo è perfettamente integro. Un esame strumentale di controllo verrà effettuato fra 10 giorni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy