FIGC, Gravina: “Potremmo anche non assegnare lo Scudetto. Abbiamo una dead line: il 30 Giugno”

L’obiettivo è quelli di concludere questo Campionato al termine dell’allarme Coronavirus che sta ormai dilagando in tutto il mondo. Diverse le alternative, tutte al vaglio di Gabrile Gravina. Il presidente della FIGC ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni in occasione di un’intervista rilasciata ai microfoni del Corriere dello Sport. Di seguito quanto messo in evidenza.

Le parole di Gravina

FIGC, Gravina

Cosa succede? Lo decidiamo martedì. Ma una constatazione s’impone. L’evoluzione dell’epidemia traccia un percorso chiaro. Tutti dobbiamo mettere prima la salute e poi far prevalere il buon senso. Club concordi? Non ci sono alternative.  L’Europeo fa da tappo allo slittamento quasi certo di molti campionati. Se non togli il tappo, la bottiglia esplode, con il rischio di perdere tutto. Se continuassimo a non decidere, ne avremmo un boomerang.

Campionato? Io mi accontenterei di salvare la salute di tutti gli uomini di sport, anzitutto. Poi ho fiducia di salvare anche i campionati. Abbiamo una dead line. È il 30 giugno. Scadono contratti, assicurazioni, licenze. Finisce l’anno calcistico. Andare oltre significherebbe  introdurre modifiche regolamentari del tutto eccezionali. In due mesi portiamo tutto a termine con certezza. Se pure iniziamo a maggio, si può fare. 

Oltre Maggio? Tutti pensano che l’unico problema sia quello di assegnare lo scudetto. Ma noi dobbiamo stabilire chi va in Champions e in Europa League, chi retrocede in B, chi sale in A, chi retrocede in C e chi sale in B. Le sembra poco? In  in via teorica si potrebbe anche non assegnare il titolo, ma tutto il resto si deve stabilire. Se non è possibile, sarà necessario trovare una formula che salvi la competizione. Anche playoff e palyout. Ho detto a tutte le Leghe: fate le vostre proposte, discutiamo. Ma le regole vanno fissate subito, prima di ricominciare a giocare. E l’ultima parola spetta alla Federazione, non ad altri.

Bufera Del Pino? Sta facendo un ottimo lavoro, in un momento non facile. Merita rispetto e sostegno”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy