Gattuso, il piano Champions: il tecnico ricorrerà al turnover fra un match e l’altro

Il piano di Gattuso prevede la rotazione degli azzurri in ogni sfida sfruttando al massimo la nuova regola dei cinque cambi

L’edizione odierna de Il Mattino illustra il piano Champions di Rino Gattuso. La rincorsa al quarto posto parte martedì da Verona. Il trionfo in coppa Italia ha dato grande entusiasmo al Napoli per provare a centrare un altro obiettivo della stagione che era cominciata malissimo e l’allenatore azzurro è riuscito a raddrizzare alla grande.

Gattuso, il piano Champions

Orsi gattuso
Rino Gattuso (by Getty Images)

Il piano di Gattuso prevede il turnover tra una partita e l’altra (gli impegni si susseguiranno ogni tre giorni) e la rotazione degli azzurri in ogni sfida sfruttando al massimo la nuova regola dei cinque cambi. Situazione che Ringhio ha gestito al meglio nella semifinale di coppa Italia con l’Inter e nella finale contro la Juve. La strategia prevede proprio la migliore razionalizzazione possibile delle forze in modo da poter sfruttare al meglio la panchina lunga. Già, perché con il recupero di Manolas, tornato disponibile all’Olimpico di Roma contro la Juve, ora il tecnico calabrese ha l’intero organico a disposizione e potrà alternare al meglio le pedine in ogni reparto. E coinvolgerà tutti facendo ricorso ai cinque cambi proprio per tenere sempre tutti quanti pronti da un punto di vista mentale per dare un contributo importante in queste dodici partite che si giocheranno ne giro di quaranta giorni.

Il calendario del Napoli

Dodici partite tutte di un fiato fino al 2 agosto, il quarto posto occupato dall’Atalanta dista nove punti e la squadra di Gasperini sarà impegnata stasera nel recupero con il Sassuolo con la possibilità di incrementare ulteriormente il vantaggio. E davanti c’è anche la Roma, quinta, che in classifica ha sei punti in più degli azzurri. Le due rivali nella corsa alla Champions League il Napoli le affronterà una dietro l’altra, a distanza di quattro giorni, il 2 luglio la trasferta a Bergamo con l’Atalanta e il 5 la sfida al San Paolo contro i giallorossi. Due scontri diretti fondamentali per gli azzurri che però dovranno prima cercare di ottenere il massimo martedì al Bentegodi con il Verona e a Fuorigrotta domenica contro la SPAL.

CLICCA QUI PER SEGUIRE I NOSTRI CANALI SOCIAL

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy