Fiorentina, Duncan: “I razzisti andrebbero isolati, è assurdo vedere queste cose nel 2020”

Alfred Duncan, centrocampista della Fiorentina, ha rilasciato un’intervista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport in cui ha parlato di diversi temi, particolarmente del razzismo che purtroppo ancora è radicato nella società nel 2020. Il centrocampista Viola ha anche commentato la vicenda George Floyd, spiegando quanto sia sbagliato rispondere alla violenza con dell’altra violenza.

LE PAROLE DI ALFRED DUNCAN

Queste le parole del centrocampista della Fiorentina Alfred Duncan: “I razzisti andrebbero isolati. Trovo assurdo che nel 2020 possano ancora essere fatte distinzioni per il colore della pelle, l’appartenenza religiosa, le scelte di vita e altro. Le persone dovrebbero essere apprezzate per quello che fanno, non per come appaiono. Io sono orgoglioso di ciò che sono, delle mie radici così. Quello che mi fa più piacere è che ho visto in questi giorni uomini e donne di tutte le etnie che, pacificamente, sfilano insieme per affermare che siamo tutti essere umani. Un’onda che continuerà finché non verrà sconfitto questo nemico comune a tutti”.

SULLA QUESTIONE GEORGE FLOYD

Infine, il giocatore Viola Alfred Duncan, ha commentato tutto ciò che è successo in America dopo la morte di George Floyd: “Sono molto contento della mobilitazione generale per affermare l’uguaglianza, ma non si può rispondere alla violenza con dell’altra violenza”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy