Visite ad amici e riaperture, il Governo al lavoro per anticipare le date: la situazione – ANSA

Stando a quanto riferisce l’ANSA, la Fase 2 con l’apertura di negozi, bar e ristoranti prevista per il 18 maggio potrebbe prevedere anche le visite agli amici. Al momento non è concesso. Vige, infatti, il vincolo che consente gli spostamenti solo per far visita ai congiunti. Restano, inoltre, in vigore i casi di necessità, lavoro e motivi di salute. Si tratterebbe, secondo l’agenzia di stampa, di una delle ipotesi su cui stanno discutendo maggioranza e governo. La questione, però, resta molto dibattuta. Una decisione del genere, infatti, che consentirebbe di fatto agli amici di poter andare al ristorante o al bar. Al momenti, quindi, manca l’accordo. Alcuni ministri starebbero spingendo affinché il vincolo resti in vigore, almeno per il momento.

FASE 2, VISITE AD AMICI E RIAPERTURE: IL PARERE DI DE LUCA

Fase 2 visite amici

Il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nel corso del resoconto settimanale ha dichiarato di voler riaprire tutto e definitivamente. Per farlo, però, occorre la massima prudenza. Queste le sue parole.

Mi capita di ascoltare anche alcuni colleghi invitare alla riapertura universale. Chi vuole aprire domani mattina, lo faccia e se ne assuma la responsabilità. Facciamola finita con questo chiacchiericcio insopportabile. Noi vogliamo riaprire tutto, ma senza chiudere dopo una settimana. Noi siamo interessati ad aprire per sempre, non a singhiozzo.

Dunque, se il 4 maggio si apre, è ragionevole vedere cosa accadrà il 18. Se non ci saranno nuove fiammate di contagio, potremo aprire tutto.  Se registreremo una esplosione di focolai di contagi, il Ministero della Salute dovrà prendere altre decisioni. Chi vuole fare quello che gli pare lo faccia e se ne assuma le responsabilità. Andiamo avanti per la concretezza noi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy