L’editoriale di Chiariello: “Il calcio è ormai materia di scontro per la politica. Pecoraro? Nicchi pubblichi gli audio o si dimetta” | VIDEO

Umberto Chiariello, giornalista di Canale21, ha rilasciato importanti dichiarazioni durante il suo consueto Editoriale in onda durante Campania Sport

Editoriale, Chiariello: “Pecoraro si è dimesso per due episodi dubbi”

Il giornalista Umberto Chiariello ha rilasciato importanti dichiarazioni nel suo consueto Editoriale andato in onda ieri sera su Canale21 durante la trasmissione di Campania Sport:

Non si sa se il calcio riprenderà o meno, ma politicamente la cosa mi è chiara. All’interno del Governo italiano e all’interno della maggioranza, c’è una maggioranza, capitanata da Beppe Grillo, che si chiama “Decrescita felice”. Questi fautori della decrescita felice, hanno l’idea che l’Italia debba impoverirsi un po’ per stare meglio

Sul calcio

E’ diventato materia di scontro. Il Governo non è unito, la maggioranza nemmeno lo è, ci sono più anime. C’è chi crede che il calcio debba ripartire come tutte le industrie italiane e chi no. Dire che si può giocare solo se il rischio è zero, è una sciocchezza. Il rischio zero ci sarà solo nel 2022 se tutto va bene. Il rischio deve essere un rischio sostenibile. E ora che la pandemia è scesa, è uguale a giugno come ad agosto come a dicembre. La verità è che dobbiamo imparare a convivere con il virus.

Sulla questione Pecoraro

Ha citato due episodi. Il primo quello di Mazzoleni nel maledetto boxing day quando non sospese la partita per cori razzisti. Di lì poi Koulibaly fu espulso, dopodiché ci fu un morto fuori dallo stadio. Quando interrogò Mazzoleni, quest’ultimo disse di non aver sentito nulla. Il secondo episodio è stato il più terribile, dopo Inter-Juventus ritenne di dover aprire un fascicolo. Chiese l’audio tra Orsato e Valeri, cioè tra l’arbitro di campo e il VAR, e la Procura ha ricevuto questo audio solo a campionato successivo iniziato, parliamo dell’autunno 2018, da aprile ad ottobre. Dice di aver ricevuto tutti gli audio tranne la mancata espulsione di Pjanic. Però mi chiedo, perché il giorno dopo, non hai sollevato il caso non avendo ricevuto l’audio? Perché ti sei dimesso solo un anno e due mesi dopo? Oggi, la questione sollevata da Pecoraro, può essere risolta soltanto in un modo o Nicchi fa uscire l’audio oppure si deve dimettere

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy