De Laurentiis nei guai: la Procura apre un fascicolo sull’incontro in Lega

Dopo la notizia (di due giorni fa) della completa guarigione del Presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis, la Lega Serie A e chi di dovere inizia ad indagare sulla sua presenza all’incontro da positivo. Il patron infatti ha rischiato di contagiare i presenti all’assemblea, inconsapevole della sua positività al Covid-19. Per questo, la Procura di Milano, ha aperto un fascicolo “conoscitivo” sul Presidente azzurro. L’indagine appunto riguarda la sua visita all’hotel Hilton lo scorso 9 settembre, per l’incontro tra i vertici della Lega Calcio.

APERTO UN FASCICOLO SU DE LAURENTIIS

De Laurentiis coronavirus

Non una buona notizia per De Laurentiis, che, dopo la guarigione e dopo la negatività di tutti i membri della rosa del Napoli, pensava di esser tornato alla completa normalità. Quello aperto dalla Procura di Milano è un fascicolo conoscitivo aperto a modello 45, vale a dire privo di ipotesi di reato. In questo caso specifico, il Testo Unico delle leggi sanitarie arriva in soccorso del presidente del Napoli. Infatti, se un soggetto presenta dei sintomi riconducibili al virus ma è ancora in attesa dell’esito dei test, la pena più grave che può aspettarsi è una sanzione pecuniaria che varia dai 400 ai 3000 euro. Le conseguenze sarebbero potute essere ben più gravi se De Laurentiis avesse partecipato all’assemblea della Lega dopo l’esito del tampone. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy