Cosentino, Curva B: “Volevamo donare i 255mila euro della trasferta contro il Barcellona ma non sarà possibile”

Una bella e nuova iniziativa quella promossa dai tifosi del Napoli in questi giorni di quarantena. Tutto è fermo. Dalla scuola, alla cultura passando anche per il calcio. Ma la passione del popolo partenopeo sembra proprio non volersi fermare. A tal proposito ha parlato Alessandro Cosentino, Ultras Curva B, intervenuto ai microfoni di Radio Punto Nuovo. Di seguito le dichiarazioni.

Le parole della Curva B

San Paolo, Curva B

“Parlo a nome del mio gruppo, essendo impossibilitati ad incontrarci, siamo un po’ legati, ma vogliamo fare tanto. Abbiamo avuto l’idea di fare una sorta di gruppo chiamandolo “Quarantena azzurra”. Cercando di trovare un contatto con l’amministrazione del Cotugno o Pascale e creare un IBAN cosicché con molta trasparenza i tifosi del Napoli, non tifosi o tifosi di qualsiasi altra maglia, possano mettere qualcosa a disposizione. Eravamo partiti con l’idea di dare tutti i soldi della trasferta del Barcellona in beneficenza, circa 255mila euro.Stanotte la  TicketOne pare ci sia venuta in sogno e non hanno intenzione di dare i soldi indietro, forse saranno convertiti in voucher. Sarebbe comunque bello mettere su questo tipo di situazione partendo dai tifosi del Napoli e coinvolgere tutta Napoli e la Regione Campania.

Il razzismo da parte del Nord va avanti da anni, noi dobbiamo dimostrare a tutta l’umanità cos’è la sanità napoletana e le menti eccelse de mondo partenopeo. La dimostrazione più grande è quello di dare un segnale importante all’umanità intera. Quarantena azzurra o caffè sospeso, la cosa fondamentale è provare a fare qualcosa”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy