Coronavirus – Raid nella notte al Loreto Mare di Napoli: rubate mascherine, tute e camici

Il Coronavirus, nelle prossime due settimane, dovrebbe colpire il Sud e Napoli con più forza di quanto fatto fino ad ora. Le stime fatte dalla Regione prevedono un picco di contagi nei dieci giorni che verranno. La situazione delle strutture ospedaliere del meridione, ovviamente, non è tra le più floride. In molti tra calciatori, attori, cantanti ed icone del panorama nazionale hanno fatto donazione. Notizia di ieri, ad esempio, che Aurelio De Laurentiis ha acquistato diverse strumentazioni in accordo con il professor Ascierto.

CORONAVIRUS – NAPOLI, IL RAID AL LORETO MARE

Coronavirus Napoli

Nella notte, nella struttura ospedaliera del Loreto Mare, si è consumato un vile raid. Il colpo, messo a segno al pian terreno negli spogliatoi degli infermieri, ha avuto come bottino mascherine chirurgiche, tute, camici e anche oggetti personali. Rubati. Il centro, in questi giorni, si sta attrezzando per poter partire e dare assistenza ai malati di Covid-19. L’intenzionati di chi ha compiuto questo ignobile atto, probabilmente, era quella di impadronirsi di materiale specifico anti Coronavirus. “Un errore di valutazione, visto che i presìdi di sicurezza sono custoditi in un locale attiguo alla Rianimazione”. Lo riferisce l’edizione odierna de La Repubblica.

Gli stessi infermieri si sono accorgerti, durante il cambio turno, degli armadietti scassinati. In questo momento la polizia indaga.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy