Coronavirus, campionati sospesi: l’accordo sui diritti televisivi

Il Coronavirus ha minacciato il calcio e in alcuni casi ha decretato la sospensione di alcuni campionati: ciò però ha delle conseguenze piuttosto serie in merito alla questione dei diritti televisivi

Coronavirus, calcio sospeso: i diritti televisivi

Il Coronavirus sta seriamente minacciando la salute mondiale. Il virus inoltre ha minacciato anche il proseguimento delle attività lavorative per ovvie ragioni. Tra queste c’è anche il calcio. Ciò ha creato un serio caos per le parti coinvolte, come nel caso italiano in cui la Lega è intenzionata a ripartire (insieme alle 20 squadre si Serie A) mentre il Governo resta dubbioso. In Belgio e Olanda invece i Campionati sono stati sospesi, stessa linea adottata anche dalla Francia.

Questo comporterà un situazione piuttosto spinosa sulla questione dei diritti televisivi. Stando a quanto riportato da Il Corriere della Sera, alcuni Paesi come la Francia, la Germania e l’Inghilterra hanno già preso degli accordi con le emittenti.

Gli accordi economici

Per quanto riguarda la Francia, dal momento che la Ligue 1 è stata definitivamente sospesa, Canal + e Bein Sports non pagheranno l’ultima tranche. Situazione diversa quella in Germania in cui regna l’incertezza più totale. L’emittente Sky, a fronte dell’intero ammontare già versato quest’anno, avrà uno sconto del 15% sulla prossima stagione. Infine in Inghilterra con ogni probabilità sarà adottata una soluzione simile a quella tedesca.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy