Coronavirus, Boccia: “Se il 3 giugno tutta l’Italia sarà a basso rischio riapriamo”

Quest’oggi è avvenuto un incontro a Palazzo Lombradia tra il ministro per gli affari regionali Boccia e il governatore Fontana per fare il punto sulla situazione Coronavirus. Questo quanto emerso e riportato dall’ANSA.

CORONAVIRUS, L’INCONTRO TRA BOCCIA E FONTANA

Coronavirus Boccia

“Ci siamo confrontati in termini di carattere generale. Abbiamo condiviso quanto sia importante non abbassare la guardia. Gli sforzi compiuti dai lombardi e dagli italiani sono stati grandi e non possono essere vanificati”. In serata Boccia ribadisce: “Prima del 3 giugno è prevista una valutazione dei dati del monitoraggio che farà il ministro Speranza, che ha preso sempre decisioni che non sono mai state semplici e oggi lo sono ancora di meno. Valuteremo tra giovedì e venerdì. C’è un sistema condiviso dalle regioni, che trasmettono ogni giorni tanti dati. Se l’Italia sarà tutta a basso rischio il 3 si rimette in cammino anche perché c’è l’idea di riaprire le frontiere con i paesi europei, ma sempre con grande cautela, perché non possiamo vanificare i sacrifici che abbiamo fatto”.

I DATI DELLA CAMPANIA

L’Unità di Crisi della Regione Campania comunica che sono pervenuti i seguenti dati.

Positivi di oggi: 6
Tamponi di oggi: 5.879
Totale complessivo positivi Campania: 4.773
Totale complessivo tamponi Campania: 185.724

Nella Regione, quindi, l’epidemia è in fase sempre più calante.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy