L’editoriale di Corbo: “ADL pensa di punire Milik ma in realtà sta punendo il Napoli”

Il Napoli perde all’Olimpico contro la Lazio in un match in cui gli azzurri hanno dovuto fare a meno di Osimhen, Mertens (indisponibili fino al 2021) e Insigne (che tornerà mercoledì contro il Torino). In più la partita contro i biancocelesti ha ‘regalato’ ai partenopei altri due pesanti infortuni: Koulibaly per un problema muscolare, mentre Hirving Lozano è uscito dolorante per una botta ricevuta e, molto probabilmente, tornerà solo nel prossimo anno. In una situazione così disastrata del reparto offensivo sarebbe potuto tornare molto comodo Arek Milik. Antonio Corbo, nel consueto editoriale per La Repubblica, ha parlato proprio della situazione tra l’attaccante polacco e il club campano.

Corbo: “Concorso di colpa tra Milik e ADL”

milik llorente

Antonio Corbo, nel suo editoriale per La Repubblica, ha analizzato la situazione Milik-Napoli:

“Per il mancato rinnovo non si può dare né esclusivamente la colpa all’attaccante polacco né a De Laurentiis. Intanto il club sta pagando profumatamente un calciatore per starsene in tribuna. Oltre che un paradosso è un danno rilevante per la società. Poteva andare meglio? Molto dipende da cosa accadrà a gennaio. Il Napoli può recuperare 12 milioni o qualcosina in più da un giocatore che ne valeva 35-40. Non dimentichiamoci che Milik si era accordato con la Juventus. Non c’è la prova, ma il presidente azzurro ne è sicuro. Ora sta cercando di punirlo. Una punizione carissima per la società, blanda per il giocatore”.

SEGUICI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy