Conte: “La riapertura degli stadi sarebbe una cosa inopportuna”

Tra gli ospiti della festa per ‘Il Fatto Quotidiano’ c’era anche Giuseppe Conte, premier italiano. Per l’occasione sono stati diversi gli argomenti affrontati, tutti influenzati inevitabilmente dagli effetti del Coronavirus. Tra questi anche il mondo dello sport, del calcio con la ripresa della Serie A prevista per il weekend 19-20 settembre. Sul tavolo della Lega Serie A e della FIGC c’è da tempo l’argomento relativo alla presenza dei tifosi negli stadi.

CLICCA QUI PER LE ULTIME SU NAPOLI-PESCARA

Tifosi negli stadi: le parole del Premier Conte

conte stadi tifosi serie a

“Il governo non ha mai aperto alle discoteche, sono state le regioni. Per quanto mi riguarda, la presenza allo stadio così come a manifestazioni dove l’assembramento è inevitabile, non sono sugli spalti ma anche in fase di entrata ed uscita, non è assolutamente opportuna”.

Parole che fanno eco a quelle di Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di Sanità, che ha parlato in occasione di un’intervista al Corriere della Sera:

“I raduni di massa sono considerati come il massimo livello di rischio. Ci sono problemi nel gestire l’ingresso e l’uscita delle persone. Riteniamo che allo stato attuale non ci sono le premesse per eventi con spettatori e la preoccupazione è anche quella di non sovraccaricare il sistema”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU FACEBOOK

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy