Editoriale, Chiariello: “Gattuso ha commesso un errore gravissimo. Si gioca tutto a Barcellona”

Il Napoli, nell’ultima sfida di campionato, supera la Lazio con il risultato di 3-1. Al termine della sfida, il giornalista Umberto Chiariello è intervenuto ai microfoni di Canale21 per il consueto editoriale. Focus su quanto visto in campo e sulle scelte di Gattuso in vista della sfida al Barcellona.

CLICCA QUI PER LE ULTIME SUL RINNOVO DI GATTUSO

L’editoriale di Chiariello

Chiariello

“Non mi piace quanto visto al termine del campionato, non mi piace la rissa finale e la poca arguzia di Gattuso. Sapendo di dove giocare a Barcellona, non si guarda le spalle e si becca l’infortunio di Insigne. Un allenatore esperto certi errori non li fa. C’è stato pochissimo turnover ed ai cambi ha fatto fare la passerella a Callejon ma ha lasciato Insigne in campo. Sono errori gestionali gravissimi. Le lacrime di Insigne fanno male al cuore e già anche Mertens aveva rischiato di farsi male. Avete criticato Sarri per aver pensato alla Champions mentre Gattuso ha fatto le prove generali lasciando a lungo i calciatori in campo. Uno la carriera se la deve costruire e non basta un anno al Milan. Noi ci auguriamo lo faccia e non stiamo a valutare le qualità umane del tecnico. Tanta ingenuità mi lascia basito.

Stasera abbiamo visto un discreto Napoli. Ha fatto bene perchè in attacco c’è Mertens che fa girare la palla, si muove ed i due gol sono frutti dei suoi assist. Diverso da Milik parso svogliatissimo. Il Napoli ha possibilità che vanno dall’1 al 10%. Il divario è tanto per gioco, tradizione e non c’è parametro che vede favorito il Napoli. Se si dovesse verificare quella piccola percentuale, la stagione assumerebbe tinte meravigliose. A Gattuso resta ben figurare a Barcellona, in caso contrario il credito della Coppa Italia sarà esaurito”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy