Castellacci: “Servono quattro settimane di allenamento per ripartire, il 28 mi aspetto una decisione”

Enrico Castellacci, presidente dei medici sportivi italiani, ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Queste le sue parole.

LE PAROLE DI CASTELLACCI

Castellacci

“Tutti aspettano con ansia una data. Sarebbe fondamentale per programmare gli allenamenti. Credo che il 28 si debba prendere una decisione senza ulteriori ritardi. Sarebbe stato bello che sin dall’inizio si tendesse a sburocratizzare, facendo un solo tavolo di confronto, evitando passaggi, ratifiche, confronti. Serviva solo buon senso.

Quattro settimane di lavoro? Sarebbero essenziali. Tre settimane sarebbero il minimo, quattro il giusto! Ho delle perplessità per quanto riguarda il protocollo e la sua applicabilità per delle squadre di Lega Pro e Serie B. Mi domando come possa ripartire il campionato di Lega Pro se queste linee guida non possono essere applicate.

Aspetto mentale dei calciatori? È una componente estremamente importante. Ovviamente i calciatori hanno tutte peculiarità differenti e ognuno affronterà la cosa diversamente. Con il campo, il profumo dell’erba, riusciranno a superare queste paure.

Giocare alle 16:30? Difficile a quell’ora perché in estate fa molto caldo. Mi ricordo il mondiale in Brasile, giocammo con un tasso di umidità del 90% all’una del pomeriggio. Sono climi difficili da sopportare. È un orario che avrei evitato puntando su altre fasce orarie”.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy