Campania, De Luca: “Basta a chiacchiericci inutili. Senza nuove fiammate di contagio, il 18 riapriremo tutto”

Vincenzo De Luca, governatore della Regione Campania, ha rilasciato alcune dichiarazioni nella consueta diretta Facebook settimanale. I cittadini, infatti, hanno vissuto la loro prima settimana della Fase 2. Il Sud, inoltre, ha dovuto far fronte al massiccio esodo dal Nord. Nonostante ciò, però, i dati relativi ai contagi restano buoni e continuano a far registrare un trend in discesa.

CLICCA QUI per leggere i dati di ieri relativi ai contagi.

Di seguito le dichiarazioni del governatore.

LE PAROLE DEL GOVERNATORE DELLA CAMPANIA DE LUCA

Campania De Luca

Consentitemi di esprimere il cordoglio per la morte dell’agente di pubblica sicurezza per il quale stamattina abbiamo celebrato i funerali. Rivolgo anche un pensiero alla famiglia di un lavoro di Ottaviano che ha perduto la vita in fabbrica. Un pensiero ad un lavoratore che si è suicidato dopo aver aperto da tre giorni la sua attività.

La Campania è entrata pienamente nella Fase 2. Il nostro modello è quello di essere efficaci nella sicurezza, per la sanità siamo stati un modello nazionale. Vogliamo fare la stessa cosa anche per la ripresa economica. Significa prendere decisioni rapide, scelte rapide e nessuna perdita di tempo. Non bisogna fare demagogia. Mi capita di ascoltare anche alcuni colleghi invitare alla riapertura universale. Chi vuole aprire domani mattina, lo faccia e se ne assuma la responsabilità. Facciamola finita con questo chiacchiericcio insopportabile. Noi vogliamo riaprire tutto, ma senza chiudere dopo una settimana. Noi siamo interessati ad aprire per sempre, non a singhiozzo.

La Regione Campania, ad oggi, è l’unica istituzione che nel giro di tre settimane ha fatto arrivare gli aiuti sui conti correnti dei lavoratori e delle famiglie. Da metà maggio daremo un contributo di 500 euro a tutte le famiglie con l’ISEE fino a 20mila euro.

La cosa davvero straordinaria è che abbiamo avuto la capacità di rispettare i tempi. Tra una decina di giorni presenteremo il bilancio del piano socio-economico.

Voglio dire ad un esponente autorevole del Nord e del sovranismo che va in giro a mostrare i suoi occhiali color di pannolino di bimbo. Qui abbiamo varato delle misure per i fitti.

Come Regione siamo già alla fase 2 e siamo all’avanguardia nel sostegno per imprese, famiglie e studenti. Il Ministero della Salute, dopo due settimane, chiede di fare attenzione, poiché è il tempo di incubazione del virus. Dunque, se il 4 maggio si apre, è ragionevole vedere cosa accadrà il 18. Se non ci saranno nuove fiammate di contagio, potremo aprire tutto.  Se registreremo una esplosione di focolai di contagi, il Ministero della Salute dovrà prendere altre decisioni. Chi vuole fare quello che gli pare lo faccia e se ne assuma le responsabilità. Andiamo avanti per la concretezza noi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy