Milik, ieri riunione tra l’agente, Giuntoli e Gattuso: Milan e Tottenham pressano

Ieri riunione a Castel Volturno tra Giuntoli, Gattuso e il manager di Milik per fare il punto della situazione e impostare il futuro

L’edizione odierna del Corriere dello Sport si sofferma sul futuro di Arek Milik. Ieri riunione a Castel Volturno tra il direttore sportivo Cristiano Giuntoli, mister Rino Gattuso e il manager dell’attaccante polacco David Pantak per fare il punto della situazione e capire come impostare il futuro. Un futuro che ad oggi sembra sempre più lontano da Napoli. I margini di rinnovo sono davvero esigui, la volontà è quella di cambiare aria, ma allo stato è ancora difficile capire quale sarà la nuova casa di Arek.

Milik, futuro più lontano da Napoli

Rinnovo Milik
Arkadiusz Milik (Photo by Marco Rosi/Getty Images)

Il polacco sembra destinato a diventare protagonista di un’operazione composita. Ovvero: contropartita tecnica più milioni al club azzurro per il suo cartellino. Il Napoli è intenzionato a chiedere una cinquantina di milioni di euro per lasciarlo andare. Ma va da sé che la situazione contrattuale del giocatore rischia di generare un blocco, considerando che tra qualche mese acquisirà lo status di svincolato. Il ventaglio di ipotesi è ampio. Oltre alla Juve, il primo club ad averlo avvicinato, negli ultimi giorni hanno scalato posizioni il Tottenham, pronto a inserire Lucas Moura, e il Milan. Il club rossonero può usare Franck Kessie come pedina di scambio, individuata e gradita anche a Gattuso. Il Napoli avrebbe anche voglia di prolungare il contratto del 26enne attaccante polacco, in scadenza nel 2021, ma al momento le distanze sembrano ancora incolmabili soprattutto perché Arek continua a manifestare la voglia di traslocare. E dunque di trovare nuovi stimoli.

CLICCA QUI PER SEGUIRE I NOSTRI CANALI SOCIAL

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy