Muore Luciano Gaucci, lutto nel mondo del calcio: fu presidente del Perugia

Nuovo lutto del mondo dello sport: il calcio piange la scomparsa di Luciano Gaucci. L’ex presidente del Perugia è morto oggi, all’età di 81 anni. Una figura sempre vulcanica, che acquistò il club umbro alla fine del 1991 e lo riportò fino in Serie A. Una scalata che a tratti lasciò grossi dubbi: un cavallo regalato ad un arbitro gli valse tre anni di squalifica. L’episodio successe appena dopo lo spareggio vinto in Serie B contro l’Acireale. Nel massimo campionato il suo Perugia riuscì a trovare una certe continuità: in campo lanciò Nakata, in panchina Serse Cosmi. La lite con Matarrese (video in allegato) è indimenticabile: una discussione animata e scomposta nel post partita di una gara con il Bari. Per un breve periodo fu anche patron della società “Napoli Sportiva”, creata nell’estate 2004 dopo il fallimento della vecchia SSC Napoli e mai iscritta a campionati professionistici.

I successi del Perugia di Luciano Gaucci

Dal 1997 al 2000 è stato anche presidente della Viterbese, raggiungendo la promozione in C1, e tra il 2000 e il 2004 ha guidato il Catania verso la Serie B. Indelebili anche le 2 promozioni dalla D alla C1 da presidente della Sambenedettese, dal 2000 al 2004. Il suo Perugia nel 2003 vinse l’unico trofeo UEFA della sua storia: la Coppa Intertoto.

A Santo Domingo, dove si era rifugiato dopo il patteggiamento a tre anni per bancarotta fraudolenta e reati fiscali, si è spento dopo una lunga malattia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy