Bruscolotti: “Albiol è stato il miglior difensore del Napoli degli ultimi vent’anni”

Albiol Napoli Spagna | Beppe Bruscolotti, storico capitano del Napoli, è intervenuto ai microfoni di Radio Marte per rispondere ad una difficile domanda. Chi è stato il miglior difensore azzurro degli ultimi vent’anni? Il grande ex sceglie Raul Albiol, oggi in forza al Villarreal. Ecco quanto evidenziato dalla redazione di CalcioNapoli1926.it:

“Il miglior difensore del Napoli dal 2000 al 2020? C’è un’ampia scelta e non è facile. Probabilmente direi Albiol che ha fatto benissimo dimostrando grande esperienza”.

L’esperienza di Raul Albiol a Napoli

NAPLES, ITALY – NOVEMBER 06: Raul Albiol and Jose Callejon of SSC Napoli vies Kylian Mbappé of Paris Saint-Germain during the Group C match of the UEFA Champions League between SSC Napoli and Paris Saint-Germain at Stadio San Paolo on November 6, 2018 in Naples, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Il 21 luglio 2013 viene acquistato dalla società italiana del Napoli per 12 milioni di euro, firmando un contratto quadriennale. In Campania ritrova anche Rafael Benítez, nuovo allenatore della squadra e suo ex allenatore alla prima esperienza col Valencia. Sceglie la maglia numero 33. Debutta in Serie A con la maglia azzurra il 25 agosto 2013, nella partita Napoli-Bologna (3-0), valida per la prima giornata di campionato. Il 25 gennaio 2014 realizza il suo primo gol in maglia azzurra nella partita Napoli-Chievo (1-1), siglando il gol del pareggio. Il 18 marzo 2018 torna al gol dopo più di due anni, siglando il gol del definitivo 1-0 contro il Genoa. Il 4 luglio 2019 il Napoli comunica il suo passaggio a titolo definitivo agli spagnoli del Villarreal. L’operazione riporta il giocatore in patria dopo 6 stagioni trascorse in Italia.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!

I trascorsi in Nazionale

Dopo aver militato nelle selezioni Under-19, Under-20 e Under-21 della Spagna, debutta in Nazionale maggiore il 13 ottobre 2007, a 22 anni, nella gara in trasferta contro la Danimarca, valida per le qualificazioni all’Europeo 2008. Convocato per la fase finale della competizione continentale, che vede la vittoria finale della selezione iberica, disputa le due partite contro Svezia e Grecia.

Confermato nel gruppo della Nazionale dal nuovo commissario tecnico Vicente del Bosque, viene convocato per la Confederations Cup 2009 dove gioca la partita d’esordio contro la Nuova Zelanda e le due gare contro i padroni di casa del Sudafrica, la seconda delle quali valevole per la “finalina”. L’anno seguente è nei 23 calciatori che partecipano al Mondiale 2010, laureandosi campione del mondo pur senza scendere in campo nella manifestazione a causa di un infortunio.

Convocato anche per l’Europeo 2012, vince per la seconda volta consecutiva il titolo continentale, senza mai scendere in campo. Viene convocato anche per il deludente Mondiale 2014, dove esordisce nella terza ed ultima gara contro l’Australia.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy