Brescia, Cellino scarica Balotelli: “E’ stato un errore ingaggiarlo”

Massimo Cellino, Presidente del Brescia, è intervenuto ai microfoni della BBC per parlare dell’ingaggio di Mario Balotelli dell’estate scorsa. Secondo il Patron della squadra lombarda è stato un errore riportare Balo nella sua città, incolpando anche l’ex allenatore Eugenio Corini per “una cattiva gestione”. Delusione nelle parole di Cellino, che, molto probabilmente, si aspettava una reazione diversa da Balotelli. Inoltre, il Presidente ha anche parlato della sua situazione contrattuale, dato che in caso di Serie B non arriverebbe il rinnovo prestabilito.

LE PAROLE DI CELLINO SU BALOTELLI

Massimo Cellino

Queste le parole del Presidente del Brescia Massimo Cellino: “Il problema è che non si presenta agli allenamenti, diciamo che non sembra molto interessato al futuro del club. Balotelli  ha un contratto per la Serie A, ma non per la B. Per cui se dovessimo retrocedere sarà svincolato, libero. E l’impressione è che non gli piaccia più stare in Italia”.

UN ERRORE COMMESSO DA ENTRAMBI

Cellino definisce l’ingaggio di SuperMario un errore: “Penso che abbiamo commesso entrambi un errore. Io pensavo che portarlo a Brescia, che è la sua città, lo avrebbe stimolato e spinto ad impegnarsi molto. Al tempo stesso penso che sia stato gestito male dall’allenatore precedente”. In quest’ultima parte, molto probabilmente, l’ex patron di Leeds e Cagliari si riferisce ad Eugenio Corini, tecnico per diversi mesi delle rondinelle.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy