Brescia, Balotelli sul lockdown: “Mi sono allenato andando contro la legge”

L’attaccante del Brescia, Mario Balotelli, è intervenuto in diretta Instagram con l’ex compagno Matri ed ha parlato del lockdown. Un calciatore ha parlato di come ha trascorso questo periodo complicato per molti ma che lentamente giunge al termine. Le squadre hanno ripreso, infatti, ad allenarsi in modo individuale e volontario presso i rispettivi centri sportivi. Dal 18 maggio potranno tornare al lavoro di squadra ed il prima possibile tornare in campo.

CLICCA QUI PER LA PROPOSTA DELLA SERIE A

Balotelli ed il lockdown

Balotelli, le parole sul lockdown

“Se mi passi un pallone non so se riesco a stopparlo. Sono due mesi che non tocco un pallone.  Le ultime due settimane stavo sclerando anche perchè ero anche da solo. Mia figlia è a Napoli, mio figlio a Zurigo. Poi c’è mia mamma che ha una certa età, i miei fratelli che sono in quarantena con i figli. Così sono rimasto solo e devo dire che la situazione era molto pesante.

Per fortuna non sono ingrassato anche perchè non so cucinare. I primi tre giorni ho mangiato cartone e pezzi di muro. Ordinavo da fuori per fortuna. Mi sono allenato anche un po’ contro legge, ma sempre attorno a casa dove c’è il parchetto.Andavo a fare qualche allungo anche perchè se non hai un tapis-roulant è impossibile”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy