Benatia: “Il gol di Koulibaly mi ha tolto il sonno. Mi sono sentito tradito da Allegri”

L’ex difensore della Juventus, Medhi Benatia si è raccontato a cuore aperto. Il calciatore ha parlato del rapporto con il tecnico Massimiliano Allegri e non solo. Tra gli argomenti affrontati, infatti, anche la sconfitta maturata contro il Napoli e le esperienze maturate in Serie A. Di seguito le dichiarazioni rilasciate ai microfoni di Sky Sport.

INTER-JUVE, CLICCA QUI PER L’ULTIMO RETROSCENA

Il racconto di Benatia

Benatia, l'accusa

 

“Dopo Juventus-Napoli ho vissuto la settimana più brutta: abbiamo sofferto ed ho quasi dovuto tenere la difesa da solo. In occasione del gol di Koulibaly ho perso la marcatura. La settimana dopo Allegri, contro l’Inter, mi ha tolto dai titolari e mi sono sentito tradito. Il gol di Koulibaly è stato un momento bruttissimo e difficilissimo per cui non ho dormito per 2-3 giorni. Ero molto triste. Quando ho visto che Allegri non mi faceva giocare contro l’Inter l’ho presa sul personale. Fortunatamente abbiamo, ero contento e nello stesso momento ero triste. Stavo giocando ogni tre giorni, ero sempre lì presente. L’ho presa davvero male.

Inizi in Serie A? Guidolin è stato l’allenatore che mi ha dato di più e l’Udinese rimarrà sempre qualcosa di particolare e speciale. Roma? Quando ho saputo che l’avventura alla Juve era finita erano due le opzioni.Andare in Qatar per motivi familiari o tornare a Roma. Massara e Balzaretti hanno cercato di chiudere l’affare, ma purtroppo non è stato possibile”.

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU INSTAGRAM

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy