UFFICIALE – Atletico Madrid, due positivi al coronavirus: allarme in Champions

UFFICIALE – Atletico Madrid, due calciatori positivi al coronavirus. Lo stesso club spagnolo lo ha comunicato sul proprio sito ufficiale. Allarme per la Champions League: i Colchoneros, infatti, giovedì 13 agosto dovrebbero volare in Germania per giocare contro il RB Lipsia. Sono previsti nuovi controlli prima della partenza per il quarto di finale europeo.

Atletico Madrid, due positivi al coronavirus: allarme in Champions

MADRID, SPAIN – APRIL 27. Santiago Arias (L) of Atletico de Madrid competes for the ball with Waldo Rubio (R) of Real Valladolid CF. Two players during the La Liga match between Club Atletico de Madrid and Real Valladolid CF. Wanda Metropolitano on April 27, 2019 in Madrid, Spain. (Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

Ieri, sabato 8 agosto, tutti i membri della prima squadra e della spedizione del club a Lisbona sono stati sottoposti ai test PCR alla Ciudad Deportiva de Majadahonda come richiesto dal protocollo UEFA per partecipare ai quarti di finale di Champions League. Tra i risultati conosciuti oggi, sono apparsi due positivi, che sono isolati nelle rispettive case, e che sono stati immediatamente comunicati alle autorità sanitarie spagnole e portoghesi, UEFA, Federcalcio spagnola reale, Federazione portoghese e Consiglio sportivo superiore.

Nuovi controlli prima della Champions League

Allo stesso modo, è stato attivato il protocollo di azione corrispondente previsto per questi casi. Esso richiede che vengano effettuati nuovi test PCR sulla prima squadra e membri della spedizione a Lisbona e sui contatti più stretti dei casi positivi. Ciò motiva i cambiamenti nei programmi di formazione, nella struttura e nello sviluppo di viaggi e alloggi nella capitale portoghese. Il club coordinerà i nuovi programmi con la UEFA e non appena ci sarà un nuovo piano sarà reso pubblico. Chiede inoltre il massimo rispetto per l’identità dei due casi positivi.

Al termine di LaLiga, l’Atletico de Madrid ha richiesto che le squadre spagnole che continuano a competere in Europa continuino volontariamente a rispettare le stesse regole del protocollo di prevenzione Covid sviluppate per il ritorno alle competizioni. Sebbene la UEFA richieda solo un test PCR negativo da parte di ciascun membro della spedizione a Lisbona 72 ore prima del viaggio programmato per lunedì 10 agosto, il club ha rispettato il protocollo stabilito a suo tempo dal Consiglio Sportivo Superiore e LaLiga, mantenendo le verifiche settimanali effettuate al rientro in campionato sotto il controllo dello stesso ispettore LaLiga che ha vigilato sull’osservanza di detto protocollo durante le 11 partite di campionato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy