L’associazione agenti annuncia: “I nostri assistiti sono favorevoli alla ripresa”

Riprendere il campionato ma in modo del tutto sicuro per i calciatori e tutti i dipendenti delle società calcistiche impegnate. Questo il punto essenziale che mettere d’accordo tutte le parti in gioco. Anche l’associazione agenti che si è esposta ed ha mandato un chiaro messaggio. I procuratori restano favorevoli alla ripresa del campionato e chiedono uno sforzo anche ai calciatori invitandoli ad alcuni sostanziali ed importanti sforzi. Lo si evince dalle parole messe in evidenza dal portale online della Gazzetta dello Sport.

CLICCA QUI PER LEGGERE LE DICHIARAZIONI DI MALAGÒ

Serie A, parla l’associazione agenti

Ripresa Serie A, parla l'associazione agenti

“La discussione ormai va avanti da due mesi ma i nostri assistiti sono favorevoli alla ripresa. Stiamo parlando di un settore che contribuisce fiscalmente per 1.7 miliardi di euro, dato riferito al 2018. Ciò che non capiamo è come possa essere attribuita una responsabilità penale ai medici del calcio in caso di contagio. O ancora non capiamo perché in caso di contagio si debba mettere in quarantena tutta la squadra. Quello che blocca la ripresa è la burocrazia. In ogni caso ricominciando, i calciatori non aiuteranno solo loro stessi, ma tutto il sistema calcio che comprende anche i dipendenti delle società e le loro famiglie”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy