Argentina, il calcio si ferma. Stagione chiusa: classifica e retrocessioni bloccate

Claudio Tapia, presidente della Federcalcio Argentina, ha annunciato oggi ai microfoni di Tnt Sports la decisione di chiudere la stagione del campionato a causa dell’emergenza coronavirus. Dopo il Belgio e l’Eredivisie olandese, arriva un nuovo stop nel mondo del calcio.

Si ferma la Superliga, nel corso della riunione in videoconferenza di domani si stabiliranno i criteri di ammissione alla prossima Copa Libertadores. Nessuna retrocessione, classifica congelata in base all’ultima partita disputata. L’ultima gara risale al 10 marzo: il confronto tra Estudiantes e Racing Club, finita 2-1 per gli ospiti.

CLICCA QUI PER FOTO E VIDEO ESCLUSIVI!

Argentina, si ferma il calcio: l’annuncio del presidente Tapia

“Tutti i campionati sono finiti e domani questa decisione verrà ratificata dal comitato esecutivo, che si svolgerà in videoconferenza. Rispettiamo le misure adottate dal governo e vanno rispettate. Il calcio si è fermato non per decisione dei club del calcio argentino, ma per decisione del Ministro della Salute. L’essere umano viene prima di tutti. Se prendessimo una decisione affrettata e ci fosse un contagio, torneremo indietro al 10 o 11 marzo. Vogliamo tutti che il calcio torni, ma si deve aspettare”.

ROSARIO, ARGENTINA – DECEMBER 08: Daniele De Rossi of Boca Juniors controls the ball during a match between Rosario Central and Boca Juniors as part of Superliga 2019/20 at Gigante de Arroyito on December 8, 2019 in Rosario, Argentina. (Photo by Marcos Brindicci/Getty Images)
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy