Vinicio: “Azzurri a metà classifica, per i napoletani è inaccettabile. Per uscirne serve unione”

Vinicio: “Azzurri a metà classifica, per i napoletani è inaccettabile. Per uscirne serve unione”

di Sabrina Uccello
Vinicio sul Napoli

Ai microfoni de Il Roma ha rilasciato una lunga intervista Luis Vinicio, nel corso della quale ha parlato del momento del Napoli. Difficoltà inedite, stagione piuttosto complicata e darsi una spiegazione non è così semplice: “È un po’ di tempo che si sono lasciate andare le cose e piano piano il rendimento è calato. Oggi troviamo così il Napoli a metà classifica. Questa per i napoletani è una cosa inaccettabile. Gattuso? Come allenatore non lo conosco e non posso giudicarlo ancora. Credo che chi l’ha scelto ha avuto delle considerazioni molto buone di lui. Solo questo“.

La ricetta di Vinicio

In qualche modo il Napoli dovrà pur rialzarsi e riprendere le redini di una stagione, appena giunta alla sua metà. Le parole di Vinicio: “Spesso conta più l’unione degli uomini rispetto al valore dei singoli calciatori. Credo che la volontà e l’affiatamento che può avere una squadra siano gli elementi principali. C’è bisogno della volontà di fare bene, è tutto lì. Troviamo anche club come la Juventus che ha le possibilità di investire sui grandi campioni, ma quando queste basi non ci sono bisogna trovare tutte le altre alternative. Ovvero la compattezza, il carattere. Tutte cose possibili per chiunque, anche per i giocatori meno valorizzati. Lo spogliatoio è una forza incredibile, perché quando c’è una compattezza eccezionale la squadra va in campo e riesce a dare il meglio di sé.”

CLICCA QUI PER SEGUIRCI ANCHE SU TWITTER

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy