The Turning Point – Il 2019 regala al Napoli il ritorno di Callejon

The Turning Point – Il 2019 regala al Napoli il ritorno di Callejon

The Turning Point – Il 2019 regala al Napoli il ritorno di José Maria Callejon

di Redazione

Cari lettori di CalcioNapoli1926.it, la rubrica The Turning Point ha lo scopo di analizzare la chiave di volta dei match giocati dal Napoli. Campionato, Champions League o Coppa Italia assisteremo sempre ad un episodio che cambierà le sorti dell’incontro e noi saremo pronti a raccontarvelo.

Finalmente! José Maria Callejon può tirare un sospiro di sollievo alla prima dopo il giro di boa. Lo spagnolo spezza un digiuno che sembrava interminabile: era dal lontano 20 maggio 2018 che il suo nome non figurava sul tabellino dei marcatori. La Lazio è – tra l’altro – una delle sue vittime preferite: prima del match di ieri sera aveva colpito i biancocelesti già ben cinque volte. La sfida del San Paolo aggiorna dunque lo score: siamo a sei gol contro la formazione capitolina.

La mancanza di gol era diventato un fardello, soprattutto per la stampa. Un po’, forse, Callejon ne è stato inibito: nel corso della prima parte di campionato ha cercato la porta molto meno rispetto alle passate stagioni, in alcune occasioni poi si è aggiunta la sfortuna. Una prima spiegazione a questo atteggiamento è arrivata da Carlo Ancelotti nel post partita: “La nuova posizione lo limita un po’ e distanzia dalla porta, ora è un po’ più arretrato ed aperto rispetto al passato. Attacca meno lo spazio dietro l’esterno, ma resta un calciatore molto bravo ed utile”.

La fortuna, però, aiuta gli audaci ed un calciatore intelligente come José ha saputo aspettare con pazienza ed esperienza il momento giusto per poter esplodere di gioia. La verità è una soltanto: lo spagnolo non si è mai risparmiato, anzi… Massimo impegno, dando sempre tutto per la maglia azzurra fino all’ultimo istante (recupero compreso) di ogni partita. Il pubblico napoletano ne era ben consapevole e ha accompagnato la sua uscita dal campo con una standing ovation.

Ancelotti, dal canto suo, raramente si è privato dello spagnolo, consapevole che il lavoro che riesce a garantire Callejon è ineguagliabile. Il tempo ha dato ragione ad entrambi: al minuto 34 del primo tempo di Napoli-Lazio rifinisce un’azione in contropiede e su assist di Mertens mette il pallone alla sinistra di Strakosha: sorriso a trentadue denti sul suo volto, un’espressione che mancava da troppo tempo.

Questo 2019 non poteva aprirsi meglio: oltre al ritorno al gol di Callejon arrivano tre punti importanti contro la Lazio di Simone Inzaghi. Il Napoli, costretto a fare a meno di Allan, Insigne, Koulibaly e Hamsik, si impone senza paura.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

di Armando Inneguale e Luca D’Isanto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy